Piatti Unici
Arancinetti siciliani a modo mio
  • Difficoltà
    Difficolta'
    Molto Facile
  • Tempo di preparazione
    Preparazione
    10 minuti
  • Tempo di cottura
    Cottura
    15 minuti
  • Porzioni
    Porzioni
    4
  • Dimensione teglia
    Info Teglia
    Nessuna teglia
  • Ricetta dietetica
    Dietetico
    No
  • Ricetta vegana
    Vegano
    No
  • Ricetta vegetariana
    Vegetariano
    Si
  • Senza uova
    Senza uova
    Si
  • Senza cottura
    Senza cottura
    No

Descrizione

Ricetta degli arancinetti siciliani a modo mio Oggi siamo in vena di riciclo, vi propongo una ricetta molto veloce che riuscirà a valorizzare il riso rimasto il giorno prima. Il metodo è semplice, di seguito i dettagli e le varianti.

Sono stati chiamati "arancinetti" perchè sono piccoli (si nota bene dalla foto) e "siciliani" perchè l'autrice è siciliana. Non è certamente l'originale ricetta degli arancini e non pretende di esserlo, è solo un'ida creativa per fruttare al meglio anche il "triste" riso in bianco che a volte si prepara per mangiare qualcosa di leggero dopo grandi abbuffate.

Ah dimenticavo... le varianti sono infinite, basta farcire gli arancini con qualsiasi ingrediente: funghi, zucchine fritte, melanzane, prosciutto, spezzatino... ecc. ecc.

ARANCINO o ARANCINA?

Durante un'intervista al Prof. Francesco Sabatini, presidente dell'Accademia della Crusca nel 2016, è stata posta da un giornalista Palermitano una domanda particolarmente importante. La risposta chiude la questione da un punto di vista linguistico, ma la battaglia continua a livello culinario. Qual'è il migliore?

«...l'annosa questione che in Sicilia, tra isolani d'Oriente e d'Occidente, è motivo di accese disquisizioni, più del tifo calcistico: si dice arancino o arancina?»
(Ride) «Propendo per la prima forma, di solito i diminutivi vanno al maschile. L'arancia è femminile, ma la trasformazione in un'altra cosa dovrebbe far cambiare il genere grammaticale. So che a Palermo preferite chiamarla al femminile e allora va bene anche così. L'importante non è come si pronuncia ma chi lo fa meglio.»

Ingredienti

  • Riso rimasto (circa 250 g di riso cotto con salsa di pomodoro)
  • Un uovo (in alternativa potete utilizzare della pastella fatta con farina e acqua)
  • Pangrattato q.b.
  • 1 fetta spessa di formaggio filante tagliata a dadini
  • Olio per friggere

Preparazione

  1. Crea delle palline con il riso inserendo in ognuna un dadino di formaggio.
  2. Passa le palline nell'uovo (o nella pastella di acqua e farina).
  3. Rotola infine nel pangrattato. Fai riposare in frigo, se ti è possibile, almeno 20 minuti, altrimenti procedi con la cottura.
  4. Arancinetti in fase di preparazione Arancinetti pronti per la frittura
  5. Friggi in abbondante olio caldo fino a doratura. Servi gli arancinetti ancora caldi.
  6. Arancinetti immersi nell'olio bollente Arancinetti appena rimossi dall'olio bollente

Valutazione attuale: 3 / 5

★★★☆☆