News ed Eventi

Fette di pizza con farine antiche, dolci con ingredienti di qualità, succhi freschi appena fatti. L'RHS 2019 si è svolto all'insegna della gentilezza, dell'assaggio e del buon cibo siciliano.

Palco eventi RHS 2019 Si è concluso il 16 novembre l'RHS di quest'anno, un evento siciliano dedicato al mondo del food and beverage, alla ristoriazione e alla fornitura di prodotti di qualità.

Tra le importanti novità di quest'anno c'è certamente l'occhio di riguardo che si è dato alla rivoluzione plastic free, dando risalto a tutte quelle aziende che producono un monouso rispettoso dell'ambiente. Un seminario sull'ecosostenibilità ha riscosso particolare successo grazie anche ad interventi interessanti di esperti del settore come l'ing. Salvo Cocina, direttore generale dipartimento acqua e rifiuti e la dott.ssa Manuela Leone, presidente regionale rifiuti zero.

Molti i pasticceri all'opera per il concorso "La Monoporzione, scrigno di sapori", affascinante vedere all'opera e raccolti in un grande momento di concentrazione chef che hanno dedicato al dolce gran parte della loro carriera.

Altri eventi di particolare interesse sono certamente stati il Tasty Breakfast dedicato a tutto ciò che concerne la prima colazione, l'Ice Cream Festival, concorso di gelateria organizzato da Expo Mediterraneo in collaborazione con Mec3 ed, infine, ma solo per ordine cronologico, la tappa siciliana della gara di pizza più famosa e longeva d'Europa organizzata dalla rivista Pizza e Pasta Italiana, ovvero il Campionato Pizzaioli d'Italia.

In effetti uno dei principali protagonisti dell'RHS 2019 è stata certamente la PIZZA! Moltissimi espositori, soprattutto produttori di farine, semipreparati o pomodori, hanno preferito dare il giusto risalto al proprio prodotto affiancando lo stand ad un pizza show cooking con continui assaggi per i visitatori. Pizza show cooking RHS 2019 Questo ha permesso di poter "toccare con mano" la qualità dei prodotti e far capire anche la resa del prodotto finale facendo i giusti confronti con i vari stand.
La nota più negativa di tutto l'evento va sicuramente alla pressa per la base della pizza, un aggeggio, per nulla tecnologico, utilizzato da più espositori che annulla la bellezza del ruolo del pizzaiolo, getta via la visione della manualità acrobatica del professionista e restitusce una pizza talmente schiacciata e senza alveolature che chiamarla "pizza" fa venire voglia di chiedere scusa alla tradizione italiana.

Pizza Molino Paratore A parte questa orribile esperienza della "pizza sottiletta", che pure i romani guarderebbero con sospetto, girare tra gli stand gustando varie fette di pizza è stato molto gradevole. La più buona l'abbiamo assaporata da uno stand allegro e gioioso che esponeva i prodotti di una ditta onesta e trasparente a conduzione familiare: Molino Paratore. Farine di grandissima qualità, è bastato parlare con un componente della famiglia Paratore per essere travolti dalla loro passione. Loro non vendono un prodotto commerciale, sanno cosa c'è dentro quel sacchetto di carta, ovvero tutto l'amore e l'impegno per un'attività che prosegue di padre in figlio da anni e anni. Panini multicereali con semi misti, pizza margherita soffice e gustosa, biscotti con farina maiorca e olio di oliva, semplicità ed estrema bontà!

Pane Forno D'Asolo Un altro stand che ci ha affascinato davvero tanto, e per questo ringraziamo di vero cuore il District Manager Carlo Sgarlata, è stato quello del brand Forno d'Asolo. Una lunga esposizione di prodotti, dal dolce al salato, dai gelati al pane alla curcuma. Un'infinita varietà di cibi bellissimi da guardare e... buoni da non credere. "Sono prodotti scongelati e ultimati in forno in pochi minuti" sentivano le nostre orecchie, ma il palato continuava a non credere a quelle assurde parole perchè il muffin multicereale con confettura di mirtilli sembrava impastato da una nonnina per il proprio nipotino, appena sfornato, morbido e profumato. Si è aperto un mondo davanti a noi, con la mente abbiamo visitato una realtà favolosa, un'azienda che ha stretto la mano a tante altre aziende specializzate nei vari settori (come "La Donatella" per i dolci) e ha creato un insieme di servizi di qualità capace di fornire dalla A alla Z il reparto food di qualsiasi ristorante o bar. Insomma grazie a Forno d'Asolo chiunque potrebbe aprire un locale e ottenere delle ottime recensioni, un'opportunità unica per chi vuole investire sul campo ma non ha ancora molta esperienza, ma anche per chi possiede uno o più locali e vuole ampliare la varietà delle preparazioni da offrire.

Giornate ricche e particolarmente piacevoli quelle trascorse al Ristora Hotel Sicilia tra informazioni utili, perle di professionisti del settore e assaggi di varie particolarità, come il fantastico succo di melograna offerto da un macchinario che tutti i bar, scuole, mense, ristoranti, b&b e hotel dovrebbero avere, ovvero Zummo, un pratico e veloce spremi agrumi adatto anche al succo rosso più desiderato da chi ama la frutta.
Patatine Nicsurgel Passando dalla frutta all'antipasto, non possiamo concludere la nostra recensione senza parlare del rappresentante più simpatico, il signor Nicotra della Nicsurgel S.a.s. che insieme a suo figlio Alfio ci hanno riempito di attenzioni e buonissime patatine, particolari e davvero buone. Tutti i pub, pizzerie e paninoteche dovrebbero avere i fantastici spicchi di patate con la buccia e il rosmarino o quei travolgenti dischi dorati e croccanti con dentro del cheddar fuso. Buoni da far impazzire!

Un evento ben organizzato e riuscito, ma con qualche piccola pecca, come ad esempio sbalzi di tensione, concorsi su palco senza presentatore o dimensione leggermente ridotta dello spazio perchè non è stata ben sfruttato il piano superiore. Siamo noi troppo pignoli, in fondo il Ristora Hotel Sicilia 2019 è stato davvero un bell'evento con un'ottima affluenza, tanti assaggi e moltissima gentilezza del personale. Ci rivediamo il prossimo anno!

Leggi altri articoli interessanti