Dieta e salute

Dalla finestra inizia ad entrare un sole caldo, il bel tempo si sta avvicinando... e con lui anche il terrore della fatidica "prova costume"! Nei negozi si vedono pantaloncini mini, leggings attillati, gonne corte svolazzanti, belle a vedersi sui manichini di soda plastica 100%... e noi come faremo con la cellulite? Dovrebbero inventare i manichini con la buccia d'arancia per farci sentire meglio! Eppure siamo in tempo per recuperare una forma smagliante prima dell'estate, vediamo cosa ci offre quest'anno il mondo delle diete!

Se ne sentono molte di diete, dalla classica dieta dissociata, alla dieta "al contrario" (si inizia dalla frutta fino ad arrivare agli antipasti), la dieta dell'ananas, la dieta dei cereali, la dieta "magra in due settimane"... una più inefficace dell'altra, fonti di solo stress che alimentano il nostro nervosismo e peggiorano l'umore!

Interessante e molto equilibrata la dieta proposta dalla nota rivista Starbene seguita dalla dietologa Dott.ssa Carla Lertola. Una dieta normoproteica, quindi più incentrata sulle proteine, ma comunque con un apporto equilibrato di carboidrati. Una dieta per perdere peso gradualmente, senza che l'organismo si stressi, anzi, diviene non solo un percorso a breve termine, ma un'educazione alimentare per il fisico e la mente. Ecco in cosa consiste la dieta:

  COLAZIONE:

  • 40 g di prodotto da forno (anche il panettone o la colomba) purchè contenga tra le 330 e le 430 calorie all'etto
  • 150 g di latte parzialmente scremato o 125 g di yogurt magro (anche alla frutta)
  • Caffè o the

  PRANZO O CENA:

  • 90 g di pasta o pane o riso o orzo o farro oppure farina di mais o semola. Se preferite potete scegliere 300 g di gnocchi o di patate.
  • 1 secondo a rotazione:
    -100 g di carne 3 volte a settimana
    -120 g di pesce 3 volte a settimana
    -100 g di formaggio fresco (o 50 g stagionato) 3 volte a settimana
    -50 g di salumi sgrassati o magri (bresaola, speck, prosciutto) 2 volte a settimana
    -50 g di legumi secchi (125 g se cotti o freschi surgelati)
    -2 uova 1 volte a settimana

  SPUNTINO (a metà mattina e il pomeriggio):

  • 30 g di biscotti secchi o crackers

  EXTRA:

  • Pizza margherita o ortolana una volta a settimana al posto di un pranzo completo e 2 volte a settimana
  • Sostituire se si vuole i 30 g di biscotti secchi o crackers previsti come spuntino con un bicchiere di birra o vino o un bicchierino si superalcolico (massimo 1 volta a settimana).

Le diete puramente proteiche molto diffuse in questi ultimi anni non sono invece consigliate, in quanto un apporto eccessivo di proteine può provocare danni al nostro organismo. Diffidate quindi da diete "passaparola" di amici e parenti che sono riusciti a perdere fino a 30 kili mangiando solo carne, poichè, con molta probabilità, hanno recato più danno che altro. A proposito di questo tipo di alimentazione, molto in voga quest'anno è la dieta dukan, creata da un dietologo parigino, Pierre Dukan, in quasi trent'anni di studi. E' una dieta iperproteica (soprattutto nella parte iniziale del programma in cui si consiglia di assumere molta carne e formaggio e nessun carboidrato e verdura), viene articolata in quattro fasi e permette di perdere parecchi chili in poco tempo. Come già detto però, l'apporto di molte proteine, favorisce la comparsa di malattie renali o comunque affatica il metabolismo, quindi se si sceglie di intraprendere questo percorso, si consiglia di ritornare a regimi alimentari più equilibrati in breve tempo. Osserviamo da vicino questa dieta:

1- Fase d'attacco

  • Durata: da 1 a 10 giorni (in base ai chili da smaltire).
  • Si possono consumare (senza limiti di quantità) solo cibi ricchi di proteine (carni magre di vitello, manzo, cavallo, fegato e lingua, tutti i tipi di pesce, i frutti di mare, tutto il pollame (senza pelle), i prosciutti magri (anche di tacchino e pollo), le uova; i latticini magri.

2- Fase di crociera

  • Durata: 1 settimana per ogni chilo che devi perdere.
  • Si alternano giorni di proteine ad altri in cui vengono aggiunte le verdure (crude o cotte) condite senza olio. Consigliati i pomodori, cetrioli, spinaci, porri, fagiolini, cavoli, sedano, finocchi, zucchine, carote. Sconsigliate le patate e i legumi, troppo ricchi di amidi.

3- Mantieni i risultati

  • Durata: 1 settimana per ogni chilo che hai perso durante la crociera.
  • Si mantiene 1 giorno di proteine ogni settimana e si introducono cibi nuovi in quantità limitate (come del pane integrale o frutta, escluse banana, uva e ciliegie). Sono permesse anche due porzioni di farinacei (pasta, cous cous, lenticchie) e due pasti liberi a settimana.

4- Non ingrassare più

  • Durata: per sempre. (consigliato da Dukan, sconsigliato dalla maggior parte dei dietologi)
  • Mangiare tutti i giorni 3 cucchiai di crusca d'avena e, il giovedì, solo proteine. Per il resto la dieta è libera e si può portare in tavola di tutto. Infatti, secondo il dottor Dukan, proteine e crusca abbinate «oppongono una resistenza efficace al saccheggio che l'intestino tenue attua nei confronti del bolo alimentare».

La parola "dieta" fa sempre un po' di paura a tutti, il legame affettivo che si ha con il cibo è spesso molto forte e le rinunce alimentari costituiscono una forzatura poco piacevole. A tale proposito, noi diamo molto credito a tutti gli studiosi che affermano di poter dimagrire mangiando tutto. Insomma, basta un po' di cura, evitare gli eccessi, conoscere il nostro organismo e selezionare i cibi. Evitare quanto più possibile cibi raffinati (quindi preferire la farina integrale o lo zucchero di canna), mangiare circa 70/80 gr di pasta al giorno evitando condimenti elaborati, utilizzare olio a crudo, poco sale e limone o aceto di mele (evitate le glasse di aceto, sono piene di caramello!), masticare bene e mangiare con calma, riconoscere la "fame nervosa" e cercare di placarla con un frutto o uno yogurt, limitarsi nei dolci e soprattutto evitare le merendine del supermercato preferendo una bella ciambella fatta in casa senza conservanti, grassi idrogenati, zuccheri aggiuntivi e altre cose superflue! Tutto contornato con un po' di attività fisica: 20 minuti al giorno di passeggiata a passo veloce, infatti, migliorano di gran lunga la nostra vita, ricordatelo sempre!

In conclusione, se non volete essere schiavi di diete e dietologi, ma siete anche abbastanza saggi da non tentare diete estreme fai-da-te, tenete bene in mente le piramidi alimentari e abbiate cura della vostra alimentazione!