Primi
Risotto agli asparagi selvatici
  • Difficoltà
    Difficolta'
    Molto Facile
  • Tempo di preparazione
    Preparazione
    10 minuti
  • Tempo di cottura
    Cottura
    20 minuti
  • Porzioni
    Porzioni
    3
  • Dimensione teglia
    Info Teglia
    Nessuna teglia
  • Ricetta dietetica
    Dietetico
    No
  • Ricetta vegana
    Vegano
    No
  • Ricetta vegetariana
    Vegetariano
    Si
  • Senza uova
    Senza uova
    Si
  • Senza cottura
    Senza cottura
    No

Descrizione

Vi ripropongo una ricetta semplice ma "tutta natura", pubblicata poco tempo fà e visto che è ancora tempo d'asparagi, approfittatene!!!

Nel procedimento troverete una fase in cui consiglio di sbollentare gli asparagi con un po' di bicarbonato e zucchero, non è obbligatorio, ma dopo vari tentativi ho notato che questo step li rendeva più delicati e meno amari, a voi la scelta se fidarvi o meno! By Molly in cucina.

Ingredienti

  • 1 bel mazzetto di asparagi selvatici
  • 1 noce di burro
  • 1 filo d'olio
  • 1/2 scalogno
  • 1 dado
  • Pepe q.b.
  • Vino bianco per sfumare
  • 2-3 pugnetti di riso
  • Prezzemolo fresco tritato
  • Parmigiano grattugiato

Preparazione

  1. Lavate le punte di asparagi e cuocetele per un quarto d'ora nel brodo bollente a cui avrete aggiunto un cucchiaino di bicarbonato e uno di zucchero, questa operazione aiuterà ad addolcire gli asparagi selvatici dal gusto più forte e amarostico.
  2. Asparagi freschi
  3. In una casseruola fate rosolare, nell'olio e burro, lo scalogno tritato, aggiungete gli asparagi (io li ho solo tagliati a metà) e il riso. Fate tostare qualche minuto.
  4. Scalogno lasciato a rosolare in olio e burro
  5. Sfumate con un goccio di vino, aggiungete 1/2 dado, una spolverata di pepe, versate un po' di brodo e controllando che non si attacchi portate a cottura, aggiungendo il brodo necessario. Se usate il riso a chicchi grandi, ci vorrà una ventina di minuti a fuoco basso.
  6. Riso e asparagi con aggiunta di parmigiano
  7. Una volta cotto mantecate con abbondante parmigiano e spolverate di prezzemolo tritato.
  8. Io ho decorato i due piatti con una cialdina di parmigiano, sono semplicissime da preparare: basta far scaldare un piccolo padellino antiaderente, quindi distribuirvi 2 - 3 cucchiai di parmigiano grattugiato, distribuendolo bene a formare un cerchio e lasciar fondere finchè non comincia a colorare. Con una palettina di legno dovreste riuscire a sollevare la cialda e rovesciarla su un barattolo capovolto per darle la forma di una ciotolina, oppure potete dare la forma che preferite.

Per ottenere una versione light eliminate il burro, riducete il vino per sfumare o eliminatelo, sostituite il dado con quello vegetale. Eliminate il formaggio per la mantecatura finale e la cialda di parmigiano. Naturalmente risulterà poco ricco, ma molto più naturale nel sapore!!!

Valutazione attuale: 5 / 5

★★★★★
 
Accetto Informativa sulla privacy
Accetto di ricevere la newsletter contenente le ultime novità del sito. Potrò disiscrivermi in qualsiasi momento grazie al link presente in fondo ad ogni newsletter.