Primi
Spaghetti con colatura di alici
  • Difficoltà
    Difficolta'
    Molto Facile
  • Tempo di preparazione
    Preparazione
    10 minuti
  • Tempo di cottura
    Cottura
    15 minuti
  • Porzioni
    Porzioni
    6
  • Dimensione teglia
    Info Teglia
    Nessuna teglia
  • Ricetta dietetica
    Dietetico
    No
  • Ricetta vegana
    Vegano
    No
  • Ricetta vegetariana
    Vegetariano
    No
  • Senza uova
    Senza uova
    Si
  • Senza cottura
    Senza cottura
    No

Descrizione

Colatura di alici La colatura di alici è una salsa pregiata e saporita dall'aspetto liquido e intenso, di colore giallo brillante. Si ottiene tramite un lungo procedimento di maturazione in botti di legno, solitamente di castagno, assieme a sale ed acqua. Si tratta di una salsa in cui emerge il sapore intenso delle alici e che si utilizza per condire numerosi piatti della cucina italiana. La patria natale della colatura di alici è Cetara, una ridente cittadina situata lungo la Costiera Amalfitana.

Come si prepara la colatura di alici?
La colatura di alici si prepara con un lungo procedimento di maturazione ed è molto rara da trovare, se non intorno alla provincia di Salerno. Il motivo della sua rarità risiede nel fatto che oltre a richiedere un tempo di preparazione di quasi sei mesi, essa richiede una media di trenta chilogrammi di alici per ogni litro di colatura. Inoltre le alici utilizzate per la realizzazione devono essere rigorosamente pescate in un preciso periodo dell'anno che va da fine marzo a fine luglio. In realtà il periodo di inizio e di fine pesca coincide con due feste tipiche di Cetara, ovvero la festa dell'Annunciazione del 25 marzo e quella di Santa Maria Maddalena del 22 luglio. Il motivo risiede nel fatto che le alici in questo periodo sono particolarmente magre per cui si trovano nel loro momento di vita migliore per esser trattate con il procedimento di maturazione.

Come avviene la maturazione della colatura di alici?
Le alici vengono quindi pescate, pulite e messe sotto sale in terzigni di legno coperti da tompagni (coperchi) su cui sono posti dei pesi che contribuiscono alla colatura. Il liquido sarà pronto solo ad ottobre, quando verrà passato un'ultima volta nelle botti e poi filtrato con il lino per essere imbottigliato ed utilizzato dopo ulteriori diciotto mesi. La colatura di alici diventa pronta da utilizzare in cucina e darà un tocco di sapore intenso e particolare a numerosissime pietanze. L'impiego più conosciuto è quello con le verdure a foglia ripassate in padella con olio e aglio. Ma la ricetta più famosa è quella che vi stiamo per descrivere qui di seguito, ovvero quella degli spaghetti con la colatura di alici.

Ingredienti

  • 400 grammi di spaghetti (di Gragnano)
  • 2 spicchi di aglio
  • Un bel ciuffo di prezzemolo fresco
  • 2 cucchiai di olio di oliva di buona qualità
  • 3 cucchiai di colatura di alici

Preparazione

  1. Mettete a bollire l'acqua per la cottura della pasta in una capiente pentola alta e salate poco, giusto per insaporire leggermente gli spaghetti.
  2. Nel frattempo preparate una padella in cui, quando gli spaghetti saranno a metà cottura, riscalderete l'olio con cui provvederete a soffriggere l'aglio a fuoco basso.
  3. Appena gli spaghetti saranno cotti scolateli con attenzione e saltateli in padella per un minuto.
  4. Spegnete il fuoco e versate la colata sugli spaghetti saltando per qualche altro secondo.
  5. Impiattate gli spaghetti, guarnite con il prezzemolo sbriciolato finemente ed il piatto è pronto. Semplicissimo, vero?

Consigli utili e avvertimenti per la ricetta degli spaghetti con la colata di alici
Quando preparate una ricetta a base di colatura di alici è importante non usare il sale o, se necessario, usarlo in minime quantità perché la colata stessa è davvero saporita. La colata di alici va rigorosamente utilizzata a crudo per condire i piatti perché, se posta in cottura, diventa ancora più saporita e rischia di stonare il sapore della ricetta che state preparando. La colata di alici va utilizzata in minime quantità, motivo per cui la si trova in commercio in boccette di piccola capienza. Non richiede l'aggiunta ulteriore di sale e ha un sapore deciso e persistente. Provatela anche sulle verdure ma attenzione al piatto che utilizzate per servire il cibo. Se utilizzate un piatto fondo la colatura di alici scivola in basso e, anche per gli spaghetti, è più idoneo scegliere un piatto piano. Un'aggiunta potrebbe essere quella del peperoncino e, anche se la ricetta originale non lo contempla, in molte case campane non si rinuncia mai ad un tocco piccante per definire con decisione il piatto.

Valutazione attuale: 5 / 5

★★★★★